"Le Sezioni Unite sul conflitto di interessi avvocato - cliente"

Categoria: News
Data pubblicazione: 18 maggio 2021

Cari Associati,

segnaliamo la recente pronuncia della Cassazione a Sezioni Unite in tema di conflitto di interessi tra il legale e il proprio assistito (sentenza n. 7030 depositata il 12 marzo 2021).

Secondo la Corte nei rapporti tra avvocato e cliente, il conflitto di interessi (ex art. 24 del codice deontologico forense) non va riferito restrittivamente alla sola ipotesi in cui l'avvocato è in contrapposizione processuale con il suo assistito in assenza di consenso da parte di quest'ultimo.

Al contrario - in ossequio ai principi generali di imparzialità e indipendenza che devono reggere l’attività dell’avvocato - occorre favorire un’interpretazione estensiva della nozione comprendente tutti i casi in cui, per qualsiasi ragione, il professionista si ponga in antitesi con il proprio assistito, potendo essere il conflitto anche solo potenziale o apparente.

Nella fattispecie in esame il legale, con il patrocinio di un collega di studio, era intervenuto per il recupero di un proprio credito professionale in una procedura esecutiva iniziata da un creditore contro il suo assistito. Quest’ultimo veniva difeso da un altro collega dello stesso studio, circostanza questa ritenuta sintomo di una rinuncia solo fittizia al mandato.

 

Sotto trovate il testo della sentenza.

 

Buona lettura!

 

Avv. Andrea Paganini

Consigliere direttivo

 

Cass. Sez. Un. 7030 -2021

 

Ultime News

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di piu` o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.